Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

30/06/12

Uno snack crocifisso

ghiaccioli crocifisso
Uno snack davvero originale. Si chiamano "Christian popsicles" e sono dei ghiaccioli al vin santo, realizzati dall'artista Sebastian Errazuriz. Il bastoncino è composto da un crocifisso in legno con incisa l'immagine di Gesù.

L'artista afferma di averli nascosti in chiesa in modo da farli benedire di nascosto.






ghiaccioli al vino

29/06/12

Barriere architettoniche: come complicare la vita altrui




In un video realizzato da IKriui, Chiara Negrini ci racconta quanto è difficile muoversi a Milano per un disabile. Scivoli, pedane, ascensori, macchinari per spostare la sedia a rotelle lungo le scale: a Milano c'è quasi tutto, peccato che spesso i macchinari non funzionano, gli ascensori sono fuori servizio o gli scivoli sono troppo in pendenza. Se una città come Milano è difficilmente agibile per un disabile, secondo voi come sta messa il resto dell'Italia?


Insomma, i disabili non hanno il diritto di fare i turisti senza qualcuno che li accompagni. E fin lì uno dice ok, non posso fare la bella vita, è una gran rottura di palle ma me ne farò una ragione. Certo. Peccato che la rinuncia al fancazzismo sia decisamente il male minore. Peccato che ci siano barriere architettoniche nelle università, negli ospedali, nelle usl, ovunque.


Mi dà molto fastidio la presa per il culo. Dalle mie parti si chiama "lavata di faccia". Abbattere le barriere architettoniche in maniera fittizia e rendere la città e gli edifici pubblici a misura di disabile solo per finta, tanto per aderire alla legge, quando in realtà dei piccoli dettagli rendono la maggior parte delle agevolazioni del tutto inutili.

Capisco che è difficile ridimensionare tutte le città e tutti gli edifici pubblici a misura di disabile, ma se decidete di provare a farlo evitate di prendere la gente per il culo. Se decidete di sbarrare la strada ai disabili mettendogli letteralmente i bastoni tra le ruote proprio come state attualmente facendo, quantomeno assumetevi la responsabilità delle vostre scelte. O è troppo immorale?

Quando qualcuno reputa ingiusto qualcosa che ha voglia di fare, di solito lo fa lo stesso ma di nascosto, convinto che nessuno se ne accorgerà mai.

I percorsi pedonali per ciechi, per esempio, sono la barzelletta più eclatante. Quelle robe di gomma sui marciapiedi dovrebbero servire a guidare i ciechi. Fateci caso: oltre ad essere spesso dissestati, spuntano come i funghi nei posti più improbabili e poi spariscono. Bisognerebbe avere una vista da aquila per beccarli. A Roma invece i percorsi per ciechi sono onnipresenti, perchè l'utilizzo di un linguaggio brevettato da poco che nessun cieco conosce ha fruttato tanti quattrini. In pratica quei percorsi non servono a nessuno.

L'unica soluzione è quella di far fioccare le denunce in stile romantica nevicata invernale.  Ecco dei links che possono essere utili:

28/06/12

Sesso durante la messa

A Oslo una coppia di ambientalisti ha fatto sesso durante la messa allo scopo di "ribadire l'innocenza dell'animalità nella natura nel paradiso terrestre, in casa di chi per millenni la natura l'ha abusata, mistificata, teologicamente posta al servizio dell'uomo autolegittimandolo superiore". (fonte) Il video è divertentissimo, lo trovate quì

In Italia invece si preferisce accoppiarsi in Chiesa senza motivo. Una coppia di dark infatti è stata beccata nel confessionale del duomo di Cesena mentre praticava del sesso orale durante la messa. (fonte) La cosa veramente buffa è che i due hanno fatto ricorso. 

27/06/12

Strategie per non peccare

stupidità umana
Lo sguardo asinino non è un peccato
Per non peccare bisogna conservare lo sperma in una bottiglia per 72 ore in modo che gli spermatozoi, portatori di vita, non vengano versati. Tramite delle bottiglie si evita quindi il genocidio. Il fatto che gli spermatozoi muoiano poi di morte naturale non è un problema visto che non li hai uccisi per mano tua. Sì ai triangoli sessuali nei matrimoni purchè facciano bene alla coppia, purchè il terzo sia una donna (per evitare omosessualità tra uomini) e purchè il marito non tocchi la terza nè faccia pensieri impudici su di lei. L'omosessualità tra uomini è un problema, ma l'omosessualità tra le due donne non è un problema per via della logica fuzzy. Sempre secondo la logica fuzzy esiste l'associazione delle ninfomani cristiane che si allieta delle gioie del sesso non a scopi procreativi, proprio come le pratiche sadomaso, perchè nel Cristianesimo la sottomissione è santa.

Troverete queste e altre risposte in un blog magnifico che contiene esilaranti istruzioni per non peccare attraverso le personali interpretazioni dei testi sacri di tale Moreno, esperto in software e anche in religione. La Bibbia risponde proprio a tutto e una delle interpretazioni più creative dei testi sacri è: "Se dunque una donna non vuole coprirsi, si tagli anche i capelli! (1Co 11,6). Che va interpretato: se una donna vuole esporre certe parti del proprio corpo, allora si deve depilare."


Nonostante tutto, rimango convinta che la stupidità umana abbia comunque un limite nascosto da qualche parte. Secondo me quel blog è una trovata pubblicitaria di viral marketing, magari questo tizio vuole candidarsi alle prossime elezioni e si è inventato un modo per pubblicizzare la sua faccia a livello nazionale senza spendere un soldo. D'altronde, è risaputo che il mezzo più efficace per diventare famosi è quello di rendersi ridicoli. Bravo Moreno, ci sei riuscito!


26/06/12

True Blood e il sosia di Bill

Bill Cumpton Stephen Moyer vampiro
il vampiro Bill

Ho visto un tizio identico a Bill Cumpton-Stephen Moyer, la somiglianza è impressionante. Lavora alla gelateria "La cubana" di Palermo. A me non piace neanche l'originale, figuriamoci il sosia. Però insomma, fa un pò impressione vedere il vampiro Bill che riempie i coni di gelato e ti chiede se vuoi anche la panna. E' stato difficile non scoppiargli a ridere in faccia. Invece questo tizio che non ricordo come si chiama assomiglia un sacco al bidello dell'accademia:


true blood quinta stagione

(un minuto di silenzio per i sottotitoli in Comic Sans)

E' uscita la quinta stagione di True Blood! Volevo guardarmi le puntate con Martina fornita di pantofole e Nutella, fa tanto pigiama party, ma ero troppo curiosa e le ho viste subito. Ufff.

Hipopotomonstrosesquipedaliofobia

Hipopotomonstrosesquipedaliofobia
Hipopotomonstrosesquipedaliofobia. Eh?
Casa nostra è sempre frequentata da simpatici personaggi. Uno di questi si chiama Al, ma ve ne ho già parlato. Ricordate, il tizio del mandarino? E il tizio del verde che è un colore primario? Beh, è lui. 


L'altro giorno tracannavamo il nostro tè bollente estivo, come di consueto. Mi raccontava del suo nuovo hobby: usare i diari di Kafka come fossero gli I-ching. L'ultima volta gli aveva chiesto come sarebbe andata la sua vita sentimentale, ma Kafka ha risposto che si era appena tagliato le unghia.

Poi mi ha parlato della Hipopotomonstrosesquipedaliofobia, me la sono fatta scrivere perchè, per misteriose ragioni che proprio non riesco a spiegarmi, non riesco a memorizzarla. Pare che sia la fobia delle parole lunghe. Ero straconvinta che mi stesse prendendo per il culo, invece è proprio vero. Gli psichiatri hanno un gran senso dell'umorismo.

25/06/12

Comprare New Rock in Italia spendendo poco

new rock italia
Le mie deliziose scarpine
 Le New Rock non sono esattamente scarpe, piuttosto sono un feticcio, un pò come la coperta per Linus. Nessun darkettone si sentirà mai in pace con sè stesso finchè non ne possiederà almeno un paio da indossare con la pioggia, con il caldo, alle feste, a scuola, per dormire. Per chi ama lo stile gothic, indossare un bel paio di scarponi è ben più importante del makeup e del resto dell'abbigliamento.

C'è però un problemino: costano tanto. I fighetti sono abituati (e spesso hanno la possibilità) di spendere centinaia e centinaia di euro in scarpe senza batter ciglio, i darkettoni no. Se il nostro cuore batte per le New Rock dobbiamo farci furbi, soprattutto in Italia dove i prezzi delle New Rock schizzano alle stelle. Se vivete in Italia e avete in mente di comprarvi un paio di New Rock, ecco qualche dritta per spendere il meno possibile e non mangiarvi le mani subito dopo l'acquisto.

24/06/12

Casa dolce casa


La mia coinquilina gioca a fare la piccola parrucchiera

Barà: Per la prima volta io e te siamo d'accordo!
Ozzy: Io l'ho sempre detto che tu sei una persona intelligente. Psicopatica, ma intelligente. Come me, d'altronde.

L'anno scorso l'avevamo soprannominata "Depression's House" a causa degli allegri istinti suicidi che predominavano in ognuno di noi, e sottolineo allegri. Conservo ancora nel primo cassetto il tubo della doccia che avremmo dovuto usare per impiccarci a turno. L'ho sequestrato con l'intenzione di farci una parrucca cyberpunk.

Attualmente la Depression's House ha smesso di essere chiamata tale. Non di certo perchè lo stato psicofisico dei suoi abitanti sia migliorato, piuttosto perchè siamo talmente morti dentro che c'è pure passata la voglia di scherzarci su, perfino il gatto fa meno danni, ormai si è dato alla bulimia vomitando periodicamente sotto la scrivania di Ozzy. Ma arriveranno tempi migliori, ne sono convinta.

L'altro giorno parlavo alla mia coinquilina del suicidio di Francesca Woodman. Il motivo della sua morte mi lascia di stucco e mi domando se uno possa veramente suicidarsi per una scelta lucida e cosciente. La mia coinquilina mi ha fatto un lungo sermone sul fatto che il suicidio sia una scelta stupida, perchè c'è sempre speranza, si può gioire anche per le piccole cose, ha continuato a parlare per circa mezzora e poi mi ha chiesto se mi aveva convinta a non ammazzarmi.

23/06/12

Culo robot

Qualcuno vuole spiegarmi perchè questo culo si muove come una pompa e fa il rumore di una locomotiva?

Perdonate l'ignoranza, capisco che non vedo chiappe sculettanti tutti i giorni e dunque potrei anche sbagliarmi, ma... io non pensavo che i culi umani si muovessero così.

Si tratta di un deretano recentemente perfezionato per gli Humanoid robots di Tokyo. Come sono affascinanti questi umanoidi! Bisogna osservarli un pò per accorgersi che si tratta solo di robot. Vengono utilizzati soprattutto nei più lussuosi hotel di Tokyo come maitre. Esiste una tipologia di umanoidi chiamata Actroid che imita perfettamente le fattezze femminili. Ho letto in giro che questi bambolotti parlanti possono anche innamorarsi, bah, sono convinta si tratti di una bufala.



Una domanda sorge spontanea: cosa se ne fanno delle maitre degli hotel di quei glutei dalle movenze umane?

22/06/12

Canone inverso e altri film sull'olocausto

Canone inverso film Gabriel Byrne e Melanie Thierry
Canone inverso,  Gabriel Byrne e Melanie Thierry
"Dicevi che quelli come noi non hanno bisogno di nessuno, che per noi la musica è tutto. E invece non è vero. Al funerale di mia madre ho suonato il violino, mi sentivo così forte. Quando ho smesso, il silenzio è stato devastante." Canone Inverso

20/06/12

Non accarezzare i cani

Ad un certo punto saltò fuori un cane color argento di nome Mildred. L'altro fotografo allungò la mano per toccarlo ma l'istruttrice disse: non si accarezzano i cani. Non riuscivo a credere alle mie orecchie, così stabilii di aver sentito male e toccai la schiena di quella bestiola. L'istruttrice mi fissò dritta negli occhi e disse: quì è vietato accarezzare i cani. Perchè? Dissi incredula. Perchè i cani non sono oggetti, rispose. Devono sentirsi liberi di stare al tuo fianco senza ricevere gesti invadenti. Se io mi avvicino a te non ti tocco, ti darebbe fastidio. I cani si accarezzano solo se loro lo chiedono. I cani non sono oggetti.


Oggetti.


Penso a tutti gli animali che ho strapazzato e mi sento in colpa. Chissà come mi sentirei io a vivere con un essere che mi accarezza di continuo anche contro la mia volontà. Ne ho parlato a Barà, dei miei sensi di colpa. Mi ha risposto stancamente che anche noi donne siamo oggetti degli uomini, dunque non c'era motivo di preoccuparsi. Ho risposto che non voglio essere uguale a chi disprezzo. Lei ha cambiato discorso. 

cane dalmata
Un signor dalmata

16/06/12

Letture che allietano la giornata

"Sto leggendo il Neuromante, è carino, al protagonista hanno appena sostituito il sangue e il pancreas e rattoppato il fegato." Vinz
neuromante
Il gatto tenta di suicidarsi lanciandosi nell'organico. Francamente me ne infischio.

15/06/12

Scegli la tua Monster High e ti dirò chi sei

Lagoona Blue Monster High
Lagoona Blue, Monster High
Fanculo alle Barbie e alle Bratz, adesso le bambole per bambine sono le figlie dei più celebri mostri della storia. Che bellezza! Quanto sono fighe le Monster High? Se solo le avessero inventate quando ero piccola non mi sarei sentita così in colpa a volerle.

Sono dell'opinione che ci sia una Monster High adatta per ognuna di noi. Sembrano le caricature di ogni tipo di ragazza. Le monster high hanno dei nomi allucinanti che non mi ricordo. Credo che per snocciolare queste perle di filosofia spicciola farò copia e incolla da google.


14/06/12

I sorrisi sono ragni morti

isabella santacroce
"vivere qui mi taglia la testa. non so camminare per strada. vedo i mostri sulle pareti delle strade. ghigni. le persone che conversano sedute nei bar mi terrorizzano. le conversazioni mi terrorizzano. gli occhi che guardano i miei occhi. non so usare i miei occhi. non so come si guardano gli occhi che mi guardano. i sorrisi sono ragni morti. le voci nelle piazze sono teste di maiale. spuntano coltelli davanti a un nome. beato l'orrore. figlio della purezza."
Isabella Santacroce

13/06/12

Le frasi di Facebook sono profonde

facebook frasi

Su facebook gli aforismi si chiamano frasi. Le citazioni si chiamano frasi. I brani si chiamano frasi. I tuoi cugini si chiamano frasi. Le frasi si chiamano frasi. A volte ho il dubbio di essere una frase.

I links di facebook sono una tortura per la mia mente.

La gente spesso cita a casaccio senza avere la minima cognizione di cosa sta citando, e va bene. Ti piace una cosa, la condividi, amen. Ma se decidi di creare quegli stramaledetti links, abbi almeno l'accortezza di scriverli correttamente, in modo da non torturare i miei neuroni.

Quando voglio rileggere dei brani di libri che non ho con me, cerco su google il testo che ricordo. Qualche anno fa trovavo poco, ora trovo di più, ma è atroce. Le citazioni dalle fonti sbagliate sono all'ordine del giorno, a volte le fonti non ci sono affatto. Gran parte dei links di facebook sono fatti di brani in cui sono state eliminate alcune parti e i "buchi" non vengono nemmeno segnati con il simbolo [...], cosicchè il senso del discorso viene stravolto e, se non conosci il libro originale, credi che l'autore abbia scritto cose che magari non ha mai nemmeno pensato.

frasi facebook
Sento spesso lamentele a proposito della stupidità umana brutalmente esposta da facebook, sul qualunquismo, sulla banalità, ma mai ho sentito lamentele a proposito dei più celebri aforismi stravolti, rimasticati, fatti a pugni e ridotti al triste appellativo di "frasi". Sono l'unico essere umano sulla faccia della terra a cui la cosa fa girare i coglioni?

Le frasi di facebook con più mi piace sono generalmente le più banali. Siamo tutti coltissimi a furia di condividere links storpiati. Finchè non becchi quello che conosce le fonti, ovviamente. Perchè mi tocca assistere a questo scempio? E soprattutto, perchè gli amministratori delle pagine realizzano tale scempio?

12/06/12

Ali di ossa

scapole alate

Graffiava le matrioske di gabbie, dall'interno. Un raggio di luce filtrava da un buco, poi iniziò a spegnersi lento. L'animale informe rimase impassibile. Buio o luce in fondo era uguale, l'importante era uscire. L'animale informe grattava l'intonaco delle matrioske di gabbie, dall'interno. Fuori il mondo strillava. L'animale informe rimase impassibile. Quiete o urla in fondo era uguale, l'importante era uscire. L'animale informe grattava l'intonaco delle matrioske di gabbie, dall'interno.

"Adesso mi taglio la lingua e la sputo.
Adesso mi taglio la gola e l'ascolto."

09/06/12

Design anni '90. Indovinello

spremiagrumi juicy salif alessi design anni 90
Indovina indovinello, cos'è questo strano arnese? Sarà un massaggiatore per la schiena? Un vibratore di metallo a tre manici? Un'elica da montare nel cranio? Uno spremiagrumi volante? Un ufo? Una sedia scomoda per ospiti indesiderati?

08/06/12

Ritratti di 25 donne suicide


Ritratti immaginari di donne che hanno scelto il suicidio. Progetto fotografico di Angelo Cricchi.
"Donne dell'arte, del cinema, della musica, della letteratura e della storia. Muse immortali come Sylvia Plath, Jean Seberg, Frida Kahlo, Virginia Woolf, Capucine, Magda Goebbels, Sarah Kane, Cleopatra e donne immaginarie nate dalla fantasia degli scrittori, come Emma Bovary, Madama Butterfly, Ophelia, Lady Machbeth."

Anne Sexton suicidio
Anne Sexton

Anita Berber suicidio
Anita Berber

Diane Arbus suicidio
Diane Arbus

Francesca Woodman suicidio
Francesca Woodman

Francesca Woodman suicidio
Francesca Woodman

Frida Kahlo ritratto
Frida Kahlo

Madama Butterfly suicidio
Madama Butterfly

Madama Butterfly suicidio
Madama Butterfly

Madame Bovary suicidio
Madame Bovary

Saffo suicidio
Saffo

Sarah Kane suicidio psicosi delle 4,48
Sarah Kane 4,48

Sylvia Plath suicidio
Sylvia Plath

Sylvia Plath suicidio
Sylvia Plath

Virginia Woolf suicidio
Virginia Woolf
Per vedere tutte le foto del progetto di Angelo Cricchi clicca quì.


07/06/12

Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries

Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries
"Ho dei parametri e la mia vita a questo punto è paragonabile ai sedimenti di una vecchia tazza da caffè e vorrei piuttosto morire giovane, preservando ciò che è stato fatto, anziché cancellare confusamente tutte queste cose delicate.”

Francesca Woodman era una fotografa americana. Pubblicò un unico libro con le sue foto, poi si uccise a 22 anni buttandosi dal balcone.
Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries
 "La cosa che mi interessava di più era la sensazione che la figura, più che nascondersi da se stessa, fosse assorbita dall’atmosfera, fitta e umida."
Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries
 "Io mostro ciò che nessuno vede - la forza interiore del mio corpo. Nessuno mi può vedere nello stesso modo in cui guardo me stessa..."
Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries

Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries
 "Questa è l'ultima pagina di una storia - Io da piccola leggevo sempre al contrario. Adesso sono così .. contraria …"
Francesca Woodman, Some Disordered Interior Geometries


1958 – 1981

06/06/12

Una marina di libri ha un logo bellissimo

lecca lecca a forma di cuore
"Una marina di libri" ha un logo bellissimo e un nome inadatto. Dove vai stasera? Mah, vado adunamarinadilibri. Finisci di pronunciarlo ed è già l'alba. Per abbreviare potremmo chiamarlo Adunama. Spero che chi ha inventato il nome non si occupi di poesie, altrimenti siamo alla frutta.

Adunamarinadilibri ci sono andata una serata di sfuggita e pensavo di tornarci anche il giorno successivo, avevo letto nel programma che ci sarebbe stata Anna Li Vigni, una scrittrice bravissima, sconosciuta e sottovalutata che ha avuto la sfiga di non pubblicare con case editrici strafamose e per questo è finita nell'oblio. E' anche a causa sua che guardo con disappunto le bancarelle delle case editrici locali. Volevo andar lì ad osannarla ma a Palermo hanno l'accortezza di organizzare gli eventi tutti contemporaneamente. Visto che non ho il dono dell'onnipresenza e urgeva molto di più trovare nuove vittime per le foto, ho lasciato perdere e sono andata al cosplay.

Sono felice che ci sia questo festival del libro, è alla terza edizione e promette bene. E' la prova che anche a Palermo è possibile fare qualcosa di interessante. Un paio di cose che mi hanno colpita:

05/06/12

Andare ai cosplay solo per fotografare


cappello a forma di coniglio nero cosplay
Sono orgogliosa di avere un coniglio in testa. Problemi?

Di fronte alla bellezza umana vado sempre in brodo di giuggiole. Ecco perchè Cospladya per me è una benedizione: posso fotografare chi voglio e come voglio. Precipitarsi da un punto all'altro della piazza fissando la gente con gli occhi a fessura per captare la faccia giusta è una cosa che adoro. I cosplayers sono abituati ad atteggiamenti del genere e mi assecondano, quindi posso agire del tutto indisturbata. I soggetti interessanti spuntano ad ogni angolo come funghi. Mi sento un pò in colpa a non fare nemmeno una foto ai costumi enormi ed elaborati, è che dei vestiti in sè non me ne importa nulla. Io cerco facce, non costumi. Vabeh.

Molta gente superfotogenica dell'anno scorso ha deciso di non travestirsi, ahimè, oppure aveva lo stesso vestito. E' vero che non mi interessano i costumi, ma qualunque faccia del mondo diventa insipida da struccata, farcita di jeans e t-shirt. Nonostante questo, ho beccato della cacciagione succulenta. Un paio mi sono sfuggiti, li ho persi nella folla. Nei cosplay becco quasi soltanto donne interessanti, di uomini dal viso particolare ce ne stanno pochissimi e uno ha rifiutato di farsi fotografare perchè si sentiva spettinato.

In questa seduta di caccia mi son capitate diverse prede succulente. Una di queste è la ragazza albina. Cercavo un soggetto albino da un sacco di tempo e mi è piovuta dal cielo questa ragazza. Sembra fatta di luce invece che di carne, uno spettacolo! Lavorare le foto è fantastico, soprattutto col bianco e nero, è incredibile come con certi filtri l'incarnato praticamente scompare.

Sto editando le varie foto e piano piano le caricherò su facebook. Stay tuned.

02/06/12

Ma io sono minorenne!

minorenne
Facebook mi sorprende ogni giorno di più. Il fatto che la gente possa aggiungerti in qualunque gruppo senza chiederti il permesso ha delle conseguenze esilaranti. Nella lista dei numerosi gruppi alla mia sinistra ho visto comparire di tutto, tempo fa mi aveva un pochino stupita scoprire di esser stata aggiunta ad un gruppo di satanisti americani, pare che dopo i testimoni di Geova anche i satanisti iniziano a romperti i coglioni.

Oggi mi è spuntato un gruppo di nome "Banny ranch".  Oh, si tratterà di conigli sgrammaticati! Ho pensato. Ci ho cliccato sopra tutta contenta. Era un gruppo porno e conteneva una serie di foto di orge. Bah. Se vi capita di venire aggiunti in un gruppo del genere o qualsiasi altro tipo di gruppo che non rispetta le norme, vi consiglio di segnalarlo. Sono dell'idea che ognuno sia libero di fare il cazzo che gli pare su internet. Che si accoppino pure con i divani, non sarò certo io ad impedirglielo. Il problema è che se lasciamo correre rischiamo di ritrovarci sommersi fino al collo di iscrizioni e a nessuno, penso, farebbe piacere vedersi spuntare ogni giorno dei simpatici peni in bacheca.

Dark Shadows era guardabile, niente di grandioso ma mi aspettavo molto peggio. L'ho dovuto vedere al pc perchè le casse del cinema chiudevano alle 23 e noi siamo arrivati alle 23,02. Io lo dico sempre che il cinema non mi piace e tutte le volte che tento di cambiare idea il destino si accanisce contro di me. Ad ogni modo, Dark Shadows era guardabile ma non bellissimo, quella faccenda del licantropo ninfomane potevano risparmiarsela e la truccatrice di Johnny Deep doveva essere molto brava per esser riuscita a renderlo così brutto. Mi auguro che con il cane zombie il nostro Burton torni in sè, e se non ci torna che se ne vada pure affanculo.

L'aspirapolvere ha ingoiato sotto ai miei occhi un pezzo di collana che cercavo da mesi. Mi piace illudermi che fosse un pezzo di filo elettrico anche se nessuno ha mai tagliato cavi nella mia stanza.

01/06/12

Papa Ratzinger sexy

papa ratzinger benedetto XVI Leardo Sciacoviello Marilyn Monroe
Leardo Sciacoviello, Quel papa come Marilyn
Di certo farà discutere la mostra "Iconoplastica" a Carrara nella quale un gruppo di laureandi  dell'Accademia Albertina di Torino interpreta attraverso l'arte l'immaginario iconografico religioso. L'opera più provocatoria è probabilmente la scultura  di Leardo Sciacoviello. Rappresenta papa Benedetto XVI intento a tenersi la tunica mentre un getto d'aria la tira su, mostrando il santo deretano e delle graziose autoreggenti. Il getto dell'aria funziona davvero. La scultura è realizzata in resina, silicone e pigmenti e gioca sull'analogia tra la tunica bianca del papa Ratzinger e l'abito bianco indossato da Marilyn Monroe nel film.   

L'opera della discordia ha già fatto imbufalire un prete che invita gli artisti a metterci Maometto invece del papa. 

Al di là del fatto che ho riso come una scimmia, mi sorgono due domande: può una provocazione così banale essere considerata arte? E inoltre, com'è possibile che tutti i partiti politici accettino la satira tranne la Chiesa? Nel 2012 basta davvero mettere un papa in mutande per creare uno scandalo?
Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger